Maggio 2021

Sas dla Crusc e Val Badia

 

Dolomiti prima estate
Viaggio nella Valle-Paradiso dei Ladini: incontro con la cultura, le tradizioni e un sorprendente mondo di sapori. Grandi storie di alpinismo: cima Scotoni e Sas Dla Crusc con Lacedelli e Messner. Sentieri, vie ferrate, itinerari alpinistici, dal Sassongher alle Conturines



Editoriale Anteprima

Editoriale


Il modello virtuoso dei Ladini

«Veniamo da una storia di nazionalità negata», mi diceva tanti anni fa l’amica Hilda Pizzinini, quando era presidënta dell’Union Generela di Ladins dla Dolomites. «I tedeschi ci chiamavano Krautwalscher, italiani mangiacrauti, ed era come dire gente senza identità». Poi aggiungeva: «Il turismo ha salvato i Ladini». Oggi Hilda non c’è più, ma i Ladini e la loro identità sono sempre più forti. La lingua è più forte, ora ufficialmente utilizzata nell’insegnamento e negli atti pubblici. La cultura, le tradizioni, la musica, i costumi. E l’economia, basata ancora, almeno in Val Badia, su una tenace presenza dell’agricoltura. La resilienza dei Ladini è un caso da studiare (insieme alla loro innata gentilezza), ma è certo che il turismo in tutte le sue declinazioni ha dato loro una mano. C’è un’alleanza consolidata ormai, tra noi forestieri e i Ladini locali, che permette a questa valle di mantenersi come una delle più vivaci, integre e sostenibili delle Dolomiti. L’espressione “industria turistica” qui non suona come un insulto. Perché racchiude molte buone cose: pagine indimenticabili di grande storia alpinistica, dal VII grado di Messner sul Sas dla Crusc alle ultime realizzazioni di Simon Gietl. I numerosi percorsi ciclabili, sui sentieri d’alta quota o sull’asfalto della Maratona dles Dolomites. Le ferrate (anche facili, come la recente Les Cordes) e i parchi naturali. Perfino la cucina, che nella storia contadina della valle è di fondamentale importanza: quella sorprendentemente buona di alcuni rifugi, come lo Scotoni, accanto alle tre Stelle Michelin di un grande chef come Norbert Niederkofler. La Val Badia è un modello virtuoso. Manteniamola tale, noi e i Ladini.


Paolo Paci

Anteprima


Abbonamenti & Acquisti